• it
  • en

Ponte della Costituzione a Venezia

Completato nel: 2008
Stato: ITALIA
Luogo: Venezia
Progetto Architettonico e Strutturale: Arch. Ing. Santiago Calatrava - Zurigo
Progetto del montaggio: Studio Bolina – Mestre
Direttore del montaggio e del completamento delle strutture d’acciaio: Ing. Giorgio Romaro - Padova
Collaudatore statico: Prof. Ing. Enzo Siviero - IUAV Venezia
Impresa Generale: Cignoni srl - Lendinara (RO)
Strutture metalliche a piè d’opera: Lorenzon Techmec System SpA - Noventa di Piave (VE);
Siro Marin - Correzzola (PD);Officina Metalmeccanica di Inzitari Obenito - Arquà Polesine (RO); Omar Costruzioni - Pegolotte (VE)
Trasporto e posa in opera: Fagioli SpA - Reggio Emilia
Catene provvisorie per il montaggio: Tensacciai SpA - Milano
Attrezzatura di compensazione e monitoraggio: 4Emme Service SpA – Bolzano

Tipologia della struttura: Ponte arco ribassato incastrato a spinta controllata e compensata
Funzione: Ponte pedonale sul Canal Grande

Informazioni tecniche

Luce impalcato: 80,5m
Larghezza impalcato: 9,5m in mezzeria; 6,5m alle spalle
Peso strutture di acciaio: ~400t Acciaio S355K2G3; protezione acciaio con metallizzazione ZNAL 85/45
Peso arredi: ~200t trachite (pedate interne), pietra d’Istria (alzate), vetro temperato (pedate esterne, studiato e realizzato dalla Saint-Gobain Glass), parapetto in vetro e corrimano in bronzo
IV Ponte a Venezia
Descrizione:
Il IV ponte sul Canal Grande, realizzato su progetto dell’arch. Santiago Calatrava, è il primo ponte che si incontra entrando a Venezia da piazzale Roma (arrivo auto o pullman), e non può certo sfuggire anche a chi arriva in treno
E’un ponte pedonale ad arco molto ribassato con luce di circa 80,5 m e freccia di circa 3,6 m, la larghezza è di 9 m in mezzeria e di 6,5 m alle spalle (figg. 1 e 2).
Il ponte ha una forma architettonica originale, antropomorfa; il modello statico, può essere sinteticamente definito: “arco ribassato incastrato a spinta controllata e compensata”.
Il ponte è formato da 5 archi di acciaio, uno superiore centrale, due superiori laterali e due archi inferiori, collegati tra loro da 75 costoloni disposti radialmente. I tre archi superiori hanno raggio verticale di 180 m, mentre i due archi inferiori hanno raggio maggiore (circa 265 m).
L’altezza complessiva della sezione del ponte risulta, così, massima in chiave (poco più di 2 m) e minima agli appoggi (circa 87 cm, fig. 4). La pavimentazione della fascia in corrispondenza dell’arco centrale è in trachite, quella sopra le mensole dei 75 costoloni è in vetro temperato, le alzate dei gradini sono in pietra d’Istria.
Strutturalmente i carichi vengono portati alle spalle dall’arco centrale superiore e dai due archi inferiori, che sono vincolati a compressione sulle spalle (vedi sez. A-A in fig. 4 per l’arco superiore).
I due archi laterali, a sezione triangolare, non trovano riscontro longitudinale e trasversale sulle spalle (15 mm di gioco), ma solo quello verticale e hanno funzione di stabilizzazione dell’impalcato, impedendo le rotazioni intorno al proprio asse.
IV Ponte a Venezia
IV Ponte a Venezia
IV Ponte a Venezia
IV Ponte a Venezia
IV Ponte a Venezia
IV Ponte a Venezia