• it
Posizione:

Giorgio Romaro

(Genova 1931 - Teolo 2014)

Giorgio si laurea in ingegneria civile a Padova nel 1956.
Nello stesso anno viene assunto presso l'ufficio tecnico della Romaro Costruzioni Metalliche e diventa nel 1960 direttore di stabilimento nella medesima azienda di famiglia.
Dopo questo iniziale apprendistato nella ditta di famiglia, dal 1963 si dedica alla progettazione, prima come libero professionista e poi alla guida dello Studio Tecnico ing. Giorgio Romaro s.r.l., diventando punto di riferimento per la costruzione metallica in Italia.

A questa attività, che rimane comunque quella principale, affianca per quarant'anni (dal 1966 al 1996) anche quella di docente universitario con un corso di Apparecchi e Impianti di Sollevamento e Trasporto presso la Facoltà di Ingegneria all'Università di Padova, dove porta la sua esperienza professionale distinguendosi per la concretezza dell'insegnamento universitario.

Moltissimi scritti su riviste di settore sia locali, che nazionali e internazionali, atti di convegni e altre pubblicazioni (più di un centinaio di scritti), ci permettono di conoscere non solo molte delle sue opere ma anche danno un quadro molto preciso delle caratteristiche del suo modo di intendere la progettazione.

Durante la sua lunga carriera professionale riceve moltissimi riconoscimenti a livello internazionale tra cui 6 premi CECM:
1976 Progetto strutturale e di montaggio del Palasport di Milano;
1993 Progetto strutturale e di montaggio delle strutture in acciaio in sopraelevazione del Centro Idrico ACEA a Roma;
1995 Progetto costruttivo, di montaggio e dell'attrezzature del Viadotto sul Gran Canal Maritme a Le Havre;
2003 Progetto dei particolari costruttivi, di montaggio e delle attrezzature del Ponte sospeso sullo Chavanon;
2005 Progetto di montaggio e dell'attrezzatura della Copertura dello Stadio Olimpico Oaka ad Atene;
2009 Progetto dei particolari costruttivi, di montaggio e dell'attrezzature dei Ponti Calatrava a Reggio Emilia.