• it
  • en

Torre B del complesso Garibaldi a Milano

Caratteristiche della struttura da restaurare
Stato: ITALIA
Luogo: Milano - Porta Garibaldi
Anno di costruzione: 1983-1992
Progettista dell'opera: Arch. Laura Lazzari e Giancarlo Perrotta
Costruzione e progetto strutture: CMF Livorno
Tipologia: Torre a nucleo in c.a. e colonne pendolari in acciaio
Dimensioni: Pianta rettangolare 42x20 metri
Altezza: 100m
Servizio: Uffici

Intervento di restauro

Anno di risanamento: 2008-2009
Committente: Beni Stabili Development S.p.a.
Progetto architettonico, direzione lavori, progetto antincendio: Progetto CMR Engineering Integrates Services S.r.l
Progetto strutturale e direzione lavori strutture in acciaio: Studio Tecnico Ing. Giorgio Romaro S.r.l.
Verifica sottostrutture in c.a. e fondazioni: Sogen S.r.l. e SWS Engineering
Progetto involucro: Sinergo Project S.r.l.
Progetto impianti meccanici ed elettrici: Tekser S.r.l.
Progetto acustico: SI Eng Studio Associato
Sicurezza e cost control: S.I.I.S. S.r.l.
Imprese costruttrici: Giuseppe Maltauro S.p.a. e Permasteelisa S.p.a.
Collaudatore: Prof. Ing. Mario De Miranda

Torre B: Dettaglio copertura
Dettaglio di copertura
Il risanamento della Torre B è la prima parte di un intervento più ampio di recupero conservativo del complesso di edifici, costruiti negli anni 80, situati sopra la stazione Garibaldi a Milano.
Esso si colloca all’interno della riprogettazione di un’area, fortemente degradata, di oltre 300.000 mq tra i quartieri Isola, Varesine e Garibaldi, i cui obiettivi prioritari sono quelli della sostenibilità ambientale e della qualità urbana dell’intervento. E' la prima opera di questo intervento nella quale si possono apprezzare la varietà delle scelte architettoniche che prediligono le fonti di energia rinnovabili per contribuire al risparmio energetico e idrico: pannelli fotovoltaici, collettori solari, pozzi per lo sfruttamento dell’acqua di falda, vasche per la raccolta dell’acqua piovana, camino solare a ventilazione naturale, serre bioclimatiche e facciate interattive vetrate.
Coerentemente con le scelte architettoniche, la Committenza anche a livello strutturale ha puntato sulla qualità dell’intervento di adeguamento. E’ stato quindi scelto di adottare la nuova normativa in materia, le NTC2008, anche se era ancora possibile avvalersi delle precedenti norme. In particolare per quanto riguarda l’adeguamento sismico si è ritenuto opportuno considerare la classe d’uso più elevata per costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche.
Per rispondere alle esigenze architettoniche e per adeguare l’edificio alle nuove normative, sono stati realizzati molti interventi puntuali sulle strutture esistenti ed è stata progettata ex novo la sopraelevazione della torre, la copertura con sbalzo sul fronte nord di 8m e un nuovo piano in cui sono alloggiati gli impianti della torre, che risulta arretrato rispetto all’asse delle colonne di facciata di circa 3m ed è quindi appeso alla copertura.
01 Torre B
02 Torre B
03 Torre B
04 Torre B